martedì 3 febbraio 2015

I pangoccioli, parte II

Dato che sono estremamente richiesti in casa mia, soprattutto, manco a dirlo, dalle mie due pesti, li faccio piuttosto spesso. La ricetta è sempre la stessa, che ho già descritto in un articolo pubblicato tempo fa, ma ho apportato qualche piccola modifica, che però a mio avviso migliora non poco il risultato. Innanzitutto ho sostituito ai 25g di strutto un'uguale quantità di burro. Come dose di zucchero, opto per la minore (75g), ma aggiungo un bel cucchiaio di miele di acacia. Aromatizzo con limone invece che con arancia e a impasto completato, dopo l'inserimento del burro, aggiungo 2 cucchiai di limoncello ghiacciato. E ovviamente confermo il riposo in frigo di almeno 12 ore, nella zona più fredda, tra la fine della fase di impasto e la formatura. Da provare. Mi rimane solo una prova che mi incusiosce: sostituire i 50g di farina di riso con normale farina di grano tenero. L'impasto infatti che ne risulta è estremamente soffice, è vero, ma forse troppo per impedire che le gocce di cioccolato, anche se in quantità piuttosto ridotta, tendano ad ammassarsi tutte verso il basso. Alla prossima quindi.

Nessun commento:

Posta un commento