lunedì 12 ottobre 2015

Torta sbrisolona con marmellata

 

La realizzazione di questa torta è piuttosto semplice, anche se richiede alcuni passaggi, un po' critici, di fondamentale importanza.
Per prima cosa, preparate un fondo di pasta frolla per crostate. Seguite pure la ricetta che preferite, non è importante.
Stendete quindi la frolla sulla base da voi prescelta. Riempite la crostata con marmellata, la vostra preferita o quella che avete al momento a disposizione. In alternativa alla marmellata, potete usare una qualsiasi crema da forno di vostro gusto: al cioccolato, al burro, alla vaniglia..., non c'è alcun limite alla fantasia. Si può optare anche per una farcitura di frutta fresca, meglio ancora se immersa in una succulenta crema pasticcera o ricoperta con gelatina. Come vedete, si tratta di una torta estremamente versatile, che non limita in nessun modo la fantasia realizzativa del pasticcere.
Cuocete quindi in forno, secondo le modalità più adatte al tipo di crostata che andate a realizzare. Ricordate che la pasta frolla deve cuocere senza colorirsi.
A questo punto il passaggio chiave della preparazione, che giustificherà anche il nome con cui l'ho battezzata.
A cottura ultimata, rimuovete la torta dal forno, avendo però cura di prenderla tra le vostre mani in maniera poco stabile. Dovete fare in modo che, nel tragitto tra il forno e il vostro piano di appoggio, la crostata vi cada rovinosamente dalle mani, per atterrare sul pavimento dal lato della farcitura. Attenzione però. Per la corretta riuscita, occorre che la caduta non venga in alcun modo limitata o attutita: la marmellata, o comunque la farcia da voi prescelta devono ben imbrattare il pavimento e tutti i mobili circostanti e la base di frolla deve frantumarsi il più possibile. A questo punto, limitando il più possibile le inevitabili parolacce e imprecazioni varie, cercate di recuperare il recuperabile, disponendolo con fare curato su un qualsiasi piatto da portata. Avrete così ottenuto la sbrisolona con marmellata (o con farcia, a seconda della scelta)!
Se state ridendo nel leggere questi quattro appunti, sappiate che è esattamente quello che mi è successo l'altra sera. Avevo steso, per una volta molto ma molto bene, la mia frolla sulla sua base con fondo removibile. Avevo fatto la tessitura a rombi superiore, anche questa venuta come raramente mi vengono, proprio senza alcun difetto visivo e, nel toglierla dal forno.... La dovevo portare il giorno dopo ad un pranzo dai suoceri!
Non dico che nessuno si sia accorto di nulla, visto che l'ho presentata, seriamente, come vi ho descritto. Probabilmente, per gentilezza e sensibilità, hanno voluto tutti fare finta di niente. Piaciuta comunque è piaciuta ugualmente, e, fortunatamente, la sbrisolona con marmellata è scomparsa rapidamente dalla mia vista!
Alla prossima. E se qualcuno vuole proporre un altro nome da dare a questa creazione da alta pasticceria, sono tutt'orecchi.

Nessun commento:

Posta un commento